Recycling Days: rispondere ad ogni esigenza

Si sono tenuti a Carugate (MI) il 13 e 14 maggio scorso i Recycling Days, evento organizzato da CGT per proporsi, insieme alle altre aziende del gruppo Tesya, quale partner unico per affrontare ogni fase del ciclo dei rifiuti: dalla movimentazione alla produzione di energia rinnovabile. Non solo prodotti ma anche servizi

Secondo un recente studio del Parlamento Europeo se si sfruttassero le risorse della Terra allo stesso ritmo di oggi entro il 2050 occorrerebbero ben 3 pianeti. Passare da un modello produzione-consumo-scarto a un'economia sostenibile e completamente circolare non è più solo una necessità ma è diventata ormai un'urgenza vera e propria. Riempie le agende di governo e ci coinvolge tutti in prima persona. Ovviamente il ruolo delle aziende impegnate nel riciclo dei rifiuti e delle biomasse è destinato a diventare sempre più importante. Ecco quindi che CGT, insieme alle altre aziende del gruppo Tesya, vuole proporsi come partner ideale per ogni fase di questo circolo virtuoso: dalla movimentazione alla produzione di energia elettrica e termica totalmente rinnovabili.
Alle macchine e ai motori Caterpillar, di cui è dealer dal 1934, CGT ha via via affiancato prodotti complementari di altri brand, quali Sandvik e Komptech, ma soprattutto servizi sempre più orientati alle esigenze dei clienti, dal noleggio alla manutenzione preventiva fino ai servizi integrati di gestione degli asset grazie alla connettività. Il monitoraggio da remoto di macchine e impianti, infatti, permette di controllare la produttività, i consumi di carburante ed energetici oltre che le emissioni di CO2 in atmosfera. Sono poi la qualità dei prodotti, delle tecnologie e delle soluzioni adottate a massimizzare l'investimento dei clienti.

Durante i Recycling Days è stato illustrato un ipotetico ciclo virtuoso che porta alla produzione di energia sostenibile attraverso la valorizzazione dei rifiuti e delle biomasse e in cui CGT è in grado di offrire una soluzione integrata per seguire i clienti in ogni fase del processo, partendo dalla valutazione preliminare, alla progettazione e all'assistenza nell'iter autorizzativo, fino alla realizzazione, alla messa in servizio e al monitoraggio delle prestazioni con assistenza H24.

Il ciclo virtuoso dell'energia rinnovabile non può che partire dalla movimentazione, per la quale CGT offre un'ampia gamma di modelli con allestimenti specifici proprio per operare nel settore recycling e per movimentare rifiuti e biomasse: pale gommate e cingolate, caricatori gommati e cingolati e minipale. Sono i contenuti tecnologici di queste macchine che rendono il lavoro più efficiente con costi operativi e di gestione ridotti e soprattutto più sicuri grazie appunto alla tecnologia CAT.

Dopo la movimentazione si passa poi alla fase di pretrattamento, in cui i rifiuti e le biomasse sono trattati in maniera eccellente grazie alla completa gamma di prodotti Komptech fissi o mobili: trituratori, vagli, miscelatori e spremitori. CGT, non va dimenticato, progetta e realizza anche impianti fissi studiati su misura per le esigenze dei clienti. I trituratori aprono i sacchetti dell'umido o triturano il verde, mentre i vagli a dischi o tamburo eliminano le plastiche. Il materiale viene sfibrato e preparato nella corretta concentrazione per conferire alla successiva digestione anaerobica un materiale pronto per la produzione di biogas. Inizia quindi la fase di digestione: il rifiuto pretrattato viene introdotto nei fermentatori all'interno dei quali avviene la digestione anaerobica. In assenza di ossigeno ceppi di batteri specializzati degradano il materiale organico fino ad ottenere il biogas: una miscela di gas composta principalmente da metano (53-60%) e anidride carbonica (35-40%). Ogni impianto ha caratteristiche diverse che CGT valuta in fase di studio di fattibilità e progettazione per proporre la soluzione tecnologica migliore al caso specifico che si tratti di digestione umido (wet), semiumido (semi dry) o a secco (dry), proprio al fine di rispondere sempre ad ogni esigenza, grazie anche a partner tecnologici leader di settore.

Il materiale digerito affronta un processo di compostaggio aerobico per la produzione di compost. Siamo nella fase di maturazione e raffinazione. Il materiale è stabilizzato con rivoltamento tradizionale con la rivolta cumuli Komptech Topturn o pala gommata Cat. Una volta maturo viene lavorato con vagli stellari o a tamburo per ottenere un compost fine, ideale per lo spargimento. Il sovvallo, cioè la frazione grossolana composta principalmente di legno viene deplastificato e ricircolato a monte dell'impianto come strutturante. Nella fase di upgrading il biogas prodotto nei digestori subisce dei pretrattamenti prima di essere avviato nella fase di rimozione vera e propria della CO2 ottenendo infine il biometano, un gas di origine biologica rinnovabile e sostenibile. Anche in questa fase CGT avvalendosi di partner qualificati valuta la tecnologia ideale per ottenere i risultati migliori, sistema a membrane, PSA o scrubbing.
Concludiamo il ciclo virtuoso con la generazione di energia: CGT ha una grossa e consolidata esperienza di oltre 25 anni nella cogenerazione a gas naturale grazie alla quale, una volta prodotto, il biogas è trasformato in energia tramite un impianto di cogenerazione o trigenerazione progettato, sviluppato e realizzato chiavi in mano da CGT, che ne garantisce anche una perfetta efficienza con controllo da remoto e assistenza H24 oltre che alla conduzione se richiesto. CGT assicura anche soluzioni per la continuità elettrica dell'attività produttiva.

Per l'intero ciclo di valorizzazione dei rifiuti e delle biomasse CGT vuole porsi come unico interlocutore, professionale ed affidabile, in grado di fornire alte tecnologie e massima produttività.
Nella demo a Carugate abbiamo potuto vedere all'opera l'MH 3024 di CAT, impegnato a caricare una tipica linea di tritovagliatura del legno vergine composta dal Crambo Komptech e dal vaglio stellare Multistar L3 sempre Komptech. Il materiale vagliato è stato poi movimentato con la pala gommata 930M e con il mini escavatore 309.
Il Material Handler 3024 di CAT fa parte della nuova gamma di escavatori Next Generation da 24 a 40 ton, equipaggiato con polipo CAT CSV520 dotato di 5 rebbi semiaperti. Macchina semplicissima da guidare grazie allo sterzo sul joystick che permette di avere maggiore visibilità e comfort per l'operatore portando di conseguenza ad una maggiore produttività. Appena la macchina si ferma si abbassano gli stabilizzatori e si attivano in automatico il blocco del freno e dell'assale: questo automatismo permette di lavorare in sicurezza in ogni momento senza che sia l'operatore ad attivarlo di volta in volta dall'operatore. La macchina è dotata di serie dell'esclusiva tecnologia CAT Avoidance, ossia un dispositivo di sicurezza che evita che il polipo o l'attrezzatura impattino accidentalmente con la cabina indipendentemente dalla posizione di quest'ultima, quindi anche quando questa è sollevata. La sicurezza è garantita inoltre dalla telecamera a 360 gradi che permette di avere una visuale completa intorno all'escavatore, fondamentale quando si lavora in spazi ristretti. La macchina è dotata di ventole di raffreddamento elettriche che non vanno a gravare sul motore e sono on demand, ossia si attivano solo al bisogno. Le ventole sono inoltre reversibili e si possono regolare i tempi di intervallo da monitor, infine sono abbinate ad una griglia vibrante che garantisce maggiore pulizia dei radiatori aumentando il rendimento della macchina, specie in ambienti difficili come lo sono quelli tipici del settore recycling.

Per la tritovagliatura ecco scendere in campo Komptech. Come ha sottolineato Loris Princivalle, responsabile commerciale della linea Komptech per CGT: "CGT oltre alla vendita al noleggio e all'assistenza su tutta la gamma è in grado di progettare anche impianti fissi chiavi in mano. Tutte le macchine Komptech possono essere monitorate da remoto grazie al sistema Connect! che permette di tenere sotto controllo via satellite l'utilizzo e l'efficienza della macchina, le ore di lavoro, la posizione e la manutenzione e molte altre informazioni utili. Per quanto riguarda i trituratori - prosegue - diverse sono le tipologie: partiamo dall'implacabile Terminator, un trituratore universale per la riduzione volumetrica del materiale fino all'Axtor, un bio trituratore per biomassa che può essere accessoriato con lame fisse da cippatura o con mazze mobili per la triturazione, da ultimo ma non per importanza ecco il Crambo nella versione 5002 direct su rimorchio a tre assi azionato da un motore CAT C13".
Il Crambo è un trituratore lento con due rotori contro rotanti che aggrediscono il materiale, muniti di 134 utensili facili da sostituire senza lo smontaggio dei rotori stessi. I denti si intersecano con il listelli posizionati sulla contro lama centrale e sotto i rotori è posta una griglia di post triturazione. La griglia consente di determinare la pezzatura del materiale in uscita in base alle diverse esigenze. Il Crambo è l'unico birotore con griglia attualmente sul mercato.

Il materiale viene scaricato all'interno della tramoggia del Multistar L3 che grazie alla sua prima tavola stellare da 90 mm effettua la prima selezione, il sovvallo cade nella parte anteriore mentre il sottovaglio viene convogliato e prosegue la sua corsa sulla seconda tavola di vagliatura che esegue una selezione a 10 mm, il materiale intermedio viene scaricato dal nastro posteriore mentre il materiale fino viene scaricato lateralmente. Aspiratori di plastiche, rulli magnetici, compressori, sono alcune delle opzioni che possono personalizzare la macchina.
Komptech oltre ai trituratori realizza una gamma completa di vagli a tamburo, vagli stellari e separatori aeraulici. Oltre ai tradizionali vagli con azionamento diesel, ci sono quelli ad azionamento 100%elettrico con ridotti costi di gestione ed emissione di CO2 per rendere il lavoro più efficiente e sostenibile. Non a caso infatti il Multistar che è dotato di generatore integrato può essere alimentato tramite la linea elettrica tradizionale.

Per la movimentazione del materiale triturato e vagliato è scesa in campo la pala gommata CAT 930 M, ideale per lavori gravosi come movimentazione di rifiuti di vario genere quali RSU vetro o biomasse. Macchina da 14 ton dotata di motore CAT C7.1, Stage 5, e dotata di certificazione antiscintilla, valore aggiunto in questo tipo di applicazioni per prevenire il rischio di incendi vista l'alta combustibilità del materiale da movimentare. Macchina predisposta a montare la pesa integrata CAT: l'operatore seleziona sia il materiale da caricare sia il camion con la portata massima cosa che consente di ottenere un'efficienza del carico del 100% e di evitare sovraccarichi.
Caratteristica distintiva di tutte le pale small è la trasmissione idrostatica a variazione continua e a controllo elettronico che permette di avere rapporti infiniti di marcia e di conseguenza, grazie al sistema di controllo intelligente, consente di adattarsi alle diverse applicazioni massimizzando l'efficienza dei consumi. La ventola di raffreddamento è reversibile e on demand come sull'MH 3024 mentre a livello di sicurezza la 930 M può montare un sistema di mitigazione del rischio di interferenza uomo macchina: un dispositivo luminoso che funziona tramite telecamere dotate di intelligenza artificiale segnala la presenza di una persona nell'area retrostante la macchina.

Lo stesso sistema può essere montato anche sul mini escavatore CAT 309 CR high flow una delle macchine di punta della nuova gamma di escavatori CAT Next Gen equipaggiato con il tiltrotator TRS8 con pinze e attacco rapido idraulico. Il tiltrotator, la cui posizione è visibile dal monitor, consente di ruotare l'attrezzatura di 360 gradi e di inclinarla a destra o sinistra di 40 gradi. Tra le funzioni utili ma fondamentali per lavorare bene c'è lo scuotimento della benna e la funzione di ritorno dell'attrezzatura alla posizione Home. Tali caratteristiche velocizzano tutte le lavorazioni: l'operatore non deve continuare a riposizionare la macchina e facilitano l'operatività in cantiere. Sul tiltrotator CAT è possibile abbinare benne, forche, pinze selezionatrici e trince forestali che si prestano a molteplici applicazioni come la cura del verde, la bonifica dei terreni incolti, la triturazione di rifiuti organici per la produzione di biomasse, il riciclaggio di materiali, sottoservizi e livellamenti.

Grazie alla connettività CGT monitora le scadenze di manutenzione e previene proattivamente i fermi imprevisti. Gli specialisti della Control Tower, che è situata proprio a Carugate, analizzano i codici segnalati dalle macchine anche mentre lavorano e attraverso strumenti di diagnostica da remoto riducono i tempi di ricerca guasti sul campo.
In alcuni casi il funzionamento ottimale della macchina può essere ripristinato tramite un aggiornamento software da remoto senza intervento del tecnico in cantiere, mentre nel caso in cui fosse necessaria assistenza sul campo la Control Tower condivide con la filiale CGT di competenza le attività da svolgere e gli eventuali ricambi necessari garantendo interventi più veloci, efficaci e risolutivi.
Durante i Recycling Days è quindi emerso che CGT può accompagnare davvero il cliente in ogni fase del riciclaggio, dalla movimentazione alla generazione di energia, assicurando anche la massima efficienza di tutto il ciclo produttivo grazie al monitoraggio di flotte e impianti produttivi, così da tenere sotto controllo il costo euro/ton della produzione e costruire un business molto più sostenibile.

 

Le altre società del gruppo Tesya impegnate nel Recycling
CGT Edilizia è leader in Italia nel noleggio multispecialistico con una flotta noleggio composta da 5000 macchine e 2500 attrezzature. è strutturata per riuscire a fornire soluzioni complete per svolgere ogni tipo di attività avendo a disposizione un'ampia gamma di soluzioni integrate dedicate al segmento waste and recycling che permettono di massimizzare la produttività e di adeguarsi alle diverse esigenze dei clienti.
CLS, dealer esclusivo in Italia delle presse HSM, propone soluzioni legate alla logistica del riciclo, tecnologie all'avanguardia, massima produttività, noleggio e assistenza e consulenza a 360 gradi per qualsiasi esigenza.
CGT Truck leader italiano per il noleggio dei mezzi pesanti e vendita veicoli provenienti dalla flotta noleggio ex rent. Per il settore recycling è in grado di proporre veicoli e trattori in configurazioni speciali oppure scarrabili tutti autorizzati al trasporto rifiuti.

 

KontrolON: tutto sotto controllo
CGT S.p.A. e Tecno S.r.l. hanno stipulato lo scorso marzo un accordo in base al quale CGT propone in esclusiva in Italia, nei settori delle cave e dell'industria, il sistema KontrolON per il monitoraggio degli impianti industriali da remoto e in tempo reale.
KontrolOn permette di visualizzare in tempo reale da remoto tutti i dati di produzione, consumo di qualsiasi vettore energetico e di manutenzione sia dell'impianto fisso che delle macchine operatrici concentrandole su un'unica dashboard di facile lettura ed utilizzo. Mettendo a sistema e analizzando tutti i vettori energetici utilizzati dall'azienda, dagli impianti fissi e mobili nonché dalle macchine operatrici, restituisce in output degli indici economici e di performance che permettono di definire i brand aziendali sia in termini di efficienza energetica e produttiva, sia in termini di impatto ambientale, ossia a livello di CO2 emessa così da restituire all'impresa il costo produttivo euro/ton. Il monitoraggio attivo della CO2 è un elemento distintivo che garantisce l'ottenimento di punteggi più alti in gare di appalto oltre a tutti i benefici legati al PNRR.
Su un impianto di biocompostaggio ad esempio, dalla dashboard si può vedere l'andamento produttivo dell'impianto fisso, le tonnellate ora in ingresso in tempo reale, i metri cubi di biometano e la temperatura delle biocelle, la produttività dell'impianto fotovoltaico eventualmente annesso all'impianto così da poter calcolare l'effettivo impatto del costo energetico sull'euro tonnellata. Ma anche il numero di carichi e movimentazione effettiva sulle macchine a servizio dell'impianto, i consumi a livello di gasolio e adblue, la localizzazione e i dati di produzione di tutte le macchine in tempo reale. Vengono inviati alert in caso di fermi impianto, sottosoglia produttivi e consumi energetici anomali per permettere di agire non più a consuntivo ma in tempo reale. Inoltre la possibilità di impostare alert dedicati sui mezzi Komptech permette di monitorare in tempo reale ed evitare usure eccessive nonchè eventuali rotture anticipate. Dalla dashboard si capisce l'andamento dell'ultimo mese e degli ultimi giorn è accessibile da remoto ovunque ci si trovi, ed è in grado di restituire qualsiasi tipo di dato totalmente stampabile ed esportabile in qualsiasi formato.
.