Nuovi impianti di upgrading del biogas

Entro la fine del 2022 Prodeval avvierà altri quattro impianti di upgrading del biogas di nuova realizzazione in ambito agricolo


Prodeval, gruppo multinazionale con 30 anni di esperienza nel trattamento biogas, avvierà altri quattro impianti di upgrading del biogas di nuova realizzazione in ambito agricolo entro la fine 2022. Tra questi, l'impianto di Cingia de' Botti (CR), caratterizzato da una capacità di trattamento superiore a 1.000 Nm3/h di Biogas, l'impianto di Candela (FG), con utilizzo spinto di sansa di olive, l'impianto di Verolanuova (BS) del gruppo bresciano L&L e l'impianto agroindustriale delle distillerie Bonollo in Veneto. Questi progetti si aggiungono agli impianti che già immettono biometano in rete da più di quattro anni, rafforzando così la presenza di Prodeval in Italia e il suo contributo all'approvvigionamento di fonti energetiche alternative e alla lotta ai cambiamenti climatici.

Nello stesso periodo ulteriori quattro impianti, alimentati a FORSU, tra cui l'importante progetto di Spilamberto (riferito alla municipalizzata HERA) e l'impianto della biopiattaforma di Sesto san Giovanni della holding milanese CAP, immetteranno il biometano prodotto in rete. Il Presidente del gruppo Sébastien Paolozzi ha dichiarato: "Si tratta di un ulteriore importante obiettivo raggiunto dalla nostra società in Italia; ci siamo organizzati per consegnare tre impianti a settimana e quest'anno abbiamo consegnato più di 150 impianti in tutto il mondo".

La società esperta nel trattamento del biogas ha anche presentato i nuovi prodotti dedicati al recupero di CO2 alimentare e alla produzione di energia elettrica per autoconsumo mediante cogenerazione. Luca Barbato, Managing Director di Prodeval Italia, ha evidenziato: "Prodeval ha oggi più di 250 impianti installati in Europa e più di 20 in Italia; costruiamo direttamente i nostri impianti a Cremona e abbiamo una rete di tecnici sul territorio capaci di intervenire 24 ore su 24 per assicurare la massima continuità di funzionamento ai nostri clienti".

La pubblicazione dell'atteso "decreto biometano" darà un notevole impulso alla realizzazione dei numerosi impianti che attendevano l'ufficialità da parte del legislatore per cominciare le attività di costruzione.
Prodeval ha ottimizzato i propri impianti attraverso un efficiente processo di standardizzazione ed industrializzazione per prepararsi alla svolta energetica che vedrà la nascita di centinaia di impianti di questo tipo in Italia.


Prodeval

E' un Gruppo multinazionale con più di 300 dipendenti  diretti e un fatturato previsto di 140 mlne nel 2022. Specializzata da più di 30 anni nel trattamento del biogas, è in grado di fornire tutte le soluzioni tecnologiche con l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 e combattere il riscaldamento globale.