A Volterra parte la nuova "Hera" dell'illuminazione pubblica

E' stato siglato il contratto tra Comune di Volterra e Hera Luce per la gestione e riqualificazione dell'illuminazione pubblica. Prevista la sostituzione di oltre 1500 punti luce obsoleti con nuovi apparecchi a led, che porterà a un risparmio energetico del 50%, corrispondente a 199 tonnellate di Co₂ non emesse nell'atmosfera all'anno.

 In arrivo a Volterra un'illuminazione pubblica nuova, efficiente e sostenibile

Verranno riqualificati circa 1500 corpi illuminanti con tecnologia a led, che garantiranno un risparmio energetico pari al 50% ovvero 349mila Kwh all'anno, pari a 199 tonnellate di Co₂ che non saranno emesse nell'atmosfera ogni anno. Un dimezzamento dei consumi per l'illuminazione pubblica che corrisponde a quello medio annuo di circa 129 famiglie e l'energia elettrica fornita sarà certificata verde al 100%. Sono questi alcuni dati del progetto di riqualificazione dell'illuminazione pubblica offerta da Hera Luce per il Comune di Volterra, attivato tramite la convenzione Consip - servizio luce 4, valido per tutto il territorio dell'Umbria e della Toscana: un completo restyling che coinvolgerà tutto il sistema di illuminazione pubblica del territorio comunale, per illuminare in modo più "green" e più efficace le strade, i monumenti e le piazze della città.

Oltre alla sostituzione dei punti luce si procederà con la riqualificazione e sostituzione di 91 sostegni, con l'adeguamento di 10 quadri elettrici e con l'installazione di 31 sistemi di telecontrollo e monitoraggio dell'illuminazione.

"Dal 1° gennaio, a Volterra, prende avvio una vera e propria rivoluzione energetica: la sostituzione integrale di tutti i punti luce dell'illuminazione pubblica, sia in città che nelle frazioni, che passeranno dalle lampade tradizionali a lampade nuove con tecnologia led - spiega il sindaco Giacomo Santi -. Questa è un'operazione strategica, voluta proprio in un momento nel quale i costi energetici sono fuori controllo mettendo in seria difficoltà le casse comunali. Oggi, grazie all'accordo-quadro redatto da Consip per le pubbliche amministrazioni, siamo in grado di fare un investimento del valore di circa 900.000,00. euro in nove anni. Questo intervento comprende: l'investimento vero proprio e la manutenzione a carico di Hera Luce dal primo gennaio. Avremo, così, un sistema più funzionante dal punto di vista della qualità dell'illuminazione e, soprattutto, un risparmio energetico notevole: risparmieremo molto proprio sul consumo annuo. Il Comune di Volterra realizzerà una trasformazione di cui beneficeremo, in termini economici, tra alcuni anni, ma, in termini ambientali, si tratta di una rivoluzione green i cui vantaggi saranno immediati".

I vantaggi della nuova illuminazione

Grazie all'accordo stretto tra Hera Luce e il Comune di Volterra, circa 1500 corpi illuminanti esistenti saranno ottimizzati con tecnologia led di ultima generazione, opportunamente dimensionati per soddisfare le diverse esigenze illuminotecniche imposte dalle normative vigenti. Saranno inoltre installati 31 sistemi di telecontrollo da quadro per permettere la gestione remotizzata degli impianti, e quindi un uso più efficace ed efficiente dell'energia in base alle reali necessità del territorio e le fasce orarie, e saranno sostituiti e riqualificati oltre 91 sostegni dei corpi illuminanti.

Le nuove luci permetteranno ogni anno di risparmiare il 50% di energia. La riqualificazione dell'illuminazione non è però solo positiva per l'ambiente: la diminuzione delle emissioni, infatti, non preclude l'efficienza luminosa degli impianti, anzi, la migliora nettamente. I corpi illuminanti a led permettono un miglioramento dell'illuminazione stradale sia in termini di uniformità che di confort visivo, incrementando la percezione dei colori: queste caratteristiche contribuiranno a garantire maggior sicurezza e il corretto livello d'illuminamento, diminuendo l'inquinamento luminoso prodotto.

Il progetto rappresenta un'applicazione concreta dell'economia circolare e un contributo rilevante al raggiungimento degli obiettivi per il 2030 dell'agenda sostenibile delle Nazioni Unite, in piena armonia con le politiche europee del Green Deal e le politiche di carbon neutrality.