Volvo Trucks accoglie la richiesta di dichiarazione sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2 per i veicoli industriali

Dal 1 ° gennaio 2019, i nuovi veicoli pesanti fabbricati all'interno dell'UE dovranno
essere accompagnati da una dichiarazione che mostri il consumo di carburante e le
emissioni di CO2

Lo scopo è di rendere più facile per i clienti scegliere veicoli a basso
consumo energetico con un minore impatto sul clima, riducendo così le emissioni. Volvo
Trucks considera la nuova dichiarazione una gradita aggiunta agli strumenti con cui il
settore sta già lavorando.
"Le dichiarazioni forniranno ai nostri clienti informazioni comparabili e facili da
comprendere sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2, utili per scelta di nuovi
veicoli", afferma Lars Mårtensson, Direttore Ambiente e Innovazione di Volvo Trucks.
"Tuttavia, la cosa più importante è che ora c'è una maggiore attenzione all'efficienza
energetica e all'impatto sul clima. Questo è una questione chiave per l'industria
automobilistica, il settore dei trasporti e la società nel suo insieme ".
Secondo il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite
(IPCC), il traffico pesante su strada rappresenta circa il 6% delle emissioni globali di gas
serra e il settore è ancora fortemente dipendente dai combustibili fossili.
"Pertanto, ci auguriamo che il nuovo sistema di dichiarazioni sarà accompagnato da
incentivi economici, che rendano redditizia per le aziende di trasporto la sostituzione di
vecchi veicoli con nuovi camion più efficienti dal punto di vista energetico e con minori
emissioni di CO2", afferma Lars Mårtensson.
Al momento, non sono previste esenzioni o incentivi associati alle nuova dichiarazione.
Tuttavia, nel documento "Una strategia europea per la mobilità a basse emissioni" si
presume che le emissioni di CO2, dovute al traffico di veicoli pesanti, diminuiranno in

media dell'1,5 per cento all'anno fino al 2030.

Il consumo di carburante è diminuito
Naturalmente, l'efficienza energetica non è affatto una novità, né per i produttori di
veicoli pesanti né per le società di trasporto. Per un'impresa di trasporto europea, il
carburante rappresenta circa un terzo dei suoi costi variabili. Pertanto, tutte le misure che
possono ridurre il consumo di carburante sono interessanti da un punto di vista
economico. L'efficienza energetica è un importante vantaggio competitivo.
"L'efficienza energetica è sempre stata una priorità per Volvo Trucks", continua Lars
Mårtensson. "Dall'inizio degli anni '90 siamo riusciti a diminuire di un quinto* il
consumo di carburante per i camion di nuova produzione e continuiamo a ridurre il
consumo di carburante ogni anno. Migliorare l'efficienza energetica è anche la cosa più
importante che possiamo fare per ridurre al minimo l'impatto del veicolo sul clima ".

Le dichiarazioni sono un punto di partenza
I clienti Volvo Trucks dedicano risorse significative al miglioramento dell'efficienza
energetica. Molte aziende di trasporto hanno fatto passi da gigante per ridurre i consumi
di carburante, mentre altre non sono state in grado di dargli la stessa priorità. È
soprattutto per quest'ultimo gruppo che i nuovi valori dichiarati possono essere uno
strumento utile nella scelta di un veicolo, secondo Lars Mårtensson.
"La dichiarazione è un buon punto di partenza, ma non mostra l'intero scenario. Al fine di
ottimizzare i consumi di carburante, riducendo al minimo l'impatto ambientale, è bene
che ciascun veicolo abbia la configurazione più idonea per il lavoro che deve svolgere.
Per una strategia orientata all'efficienza dei consumi, concentrarsi sulla formazione dei
conducenti e utilizzare strumenti di pianificazione del trasporto sofisticati sono due
soluzioni che possono avere effetti estremamente positivi. Il nostro obiettivo è sempre
quello di fornire ai nostri clienti la soluzione di trasporto ottimale (prodotto + servizi),
rispettando le normative ambientali, garantendo produttività, sicurezza ed efficienza",
conclude Lars Mårtensson.

I fatti
Dal 1 ° gennaio 2019, la legge dell'UE richiede che i nuovi camion siano provvisti di una
dichiarazione che certifichi il consumo di carburante e le emissioni di CO2. La legge
verrà introdotta gradualmente per varie tipologie di veicoli pesanti.
I valori indicati nella dichiarazione sono sviluppati individualmente per ciascun veicolo e
in base alle specifiche e all'uso.
Come base per i valori dichiarati, verrà utilizzato un processo UE standardizzato e
certificato che simula i diversi cicli di guida.
* Confrontando un Volvo F12 del 1991 con un Volvo FH13 del 2016.

 

Share