Herambiente: nel 2016 oltre 4.600 visitatori agli impianti gestiti

Più di 2.730 ospiti hanno scelto i termovalorizzatori, oltre 820 gli impianti di selezione per il riciclo, più di 400 il trattamento dei rifiuti industriali e quasi 600 gli impianti di compostaggio. Registrate circa 64.500 visite alle pagine informative sul funzionamento degli impianti; oltre 2.720 le visite alle pagine che riguardano emissioni dei termovalorizzatori gestiti dalle società del Gruppo Hera


Sono state oltre 4.600 le persone che nel 2016 hanno fatto visita agli impianti Herambiente, la società del Gruppo Hera e leader nazionale nel settore, che gestisce direttamente o tramite società controllate tutte le attività di trattamento e recupero dei rifiuti solidi e liquidi, urbani e speciali, pericolosi e non pericolosi, attraverso un articolato sistema impiantistico basato sulle più moderne tecnologie.
Si tratta di impianti di digestione anaerobica e compostaggio, selezione per il riciclo, termovalorizzatori, discariche, impianti di stoccaggio-recupero e di trattamento dei rifiuti industriali, vanno da Trieste fino al Molise e operano sul territorio nazionale.
Hera offre a tutti la possibilità di visitarli per scoprire ‘in diretta' il loro funzionamento e il viaggio compiuto dai rifiuti una volta usciti dalle case e dalle aziende. I cittadini possono accedervi grazie a un calendario di visite guidate; solo nel 2016 le giornate di apertura degli impianti sono state 238, la quasi totalità dei giorni lavorativi nell'anno.

Oltre 2.730 le persone che hanno visitato i termovalorizzatori di Herambiente
Il dato più alto di affluenza di ospiti si è registrato ai termovalorizzatori, con oltre 2.730 presenze. Gli impianti sono attivi nelle province di Bologna, Forlì, Ravenna, Modena, Ferrara, Rimini, Padova, Trieste e Pozzilli (IS). Tra coloro che hanno prenotato la visita, oltre a privati cittadini e scolaresche, ci sono state anche più di 30 delegazioni, italiane e straniere, di aziende e rappresentanti governativi. Molto richieste anche le visite agli impianti di selezione per il riciclo, presenti nelle province di Bologna, Modena, Ferrara, Ravenna e Rimini, in cui si sono recate complessivamente oltre 820 persone. Le visite agli impianti di compostaggio, attivi nel territorio emiliano-romagnolo (province di Bologna, Ravenna, Rimini, Ferrara, Forlì-Cesena) hanno fatto registrare circa 600 presenze; oltre 400, invece, i visitatori agli impianti di trattamento dei rifiuti industriali presenti nei territori di Ravenna e Pisa (Waste Recycling, società che dal 1° gennaio 2016 è controllata da Herambiente).


Per visitare un impianto Herambiente bastano pochi clic
Prenotare una visita agli impianti di Herambiente è semplice: basta collegarsi all'indirizzo www.gruppohera.it/visite_guidate. Una volta individuato l'impianto d'interesse, si può prenotare l'appuntamento scegliendo tra i giorni disponibili evidenziati nell'apposito calendario. Personale del Gruppo Hera è a disposizione per illustrare le singole fasi di trattamento dei rifiuti. Le visite guidate affiancano i "percorsi visitatori" già attivi in alcuni impianti, il cui funzionamento è illustrato attraverso pannelli didattici posizionati lungo un percorso dedicato agli ospiti, che descrivono le varie fasi del processo.

Quasi 64.500 visite alle pagine web degli impianti
Anche il web è testimone dell'alto grado d'interesse che i cittadini rivolgono alle tecnologie Hera a servizio dell'ambiente; lo dimostrano le quasi 64.500 visite registrate alle pagine che illustrano il funzionamento dei principali impianti Herambiente http://ha.gruppohera.it/impianti/
L'indirizzo www.gruppohera.it/termovalorizzatori, insieme alle pagine dedicate agli impianti Herambiente di Bologna, Modena, Ferrara, Forlì, Ravenna, Rimini e Pozzilli (IS), ha registrato nel primo semestre 2016 oltre 2.720 visite.
Si tratta di uno spazio completamente dedicato alla termovalorizzazione, attraverso il quale è possibile conoscere il funzionamento di un impianto di questo tipo e controllare in tempo reale le emissioni nell'aria di ciascun termovalorizzatore, rapportandole ai limiti fissati dalla legge. In questo modo Herambiente garantisce ulteriormente ai cittadini la massima trasparenza sull'attività svolta dai propri impianti.

E per le scuole anche visite virtuali
Un'ulteriore opportunità viene offerta alle scuole. Nell'ambito del progetto ‘La Grande Macchina del Mondo', che rappresenta l'offerta gratuita di attività didattiche di educazione ambientale rivolte da Hera agli istituti scolastici (dalle scuole materne alle secondarie di II grado) che operano sul territorio servito, dallo scorso anno è prevista la possibilità di svolgere visite sia reali, sia virtuali agli impianti di Hera. L'offerta si chiama: ‘L'itinHerario invisibile' ed è rivolta alle classi 4 e 5 delle scuole primarie e alle scuole secondarie di I e II grado. Gli studenti possono vivere da vicino la gestione dei diversi servizi sia prenotando una visita per recarsi poi ai principali impianti gestiti dall'azienda, tra cui anche quelli di Herambiente, sia scegliendo di svolgere la visita virtualmente. In questo caso la classe, dalla propria aula, può vedere le strutture in diretta attraverso un collegamento skype. Lo scorso anno hanno partecipato alle visite virtuali 30 classi di 15 scuole, per un totale di 726 alunni.

 

Share