Gruppo Hera: via libera dall’Antitrust all’acquisizione di Aliplast da parte di Herambiente

Grazie a questa operazione, il cui enterprise value è di circa 100 milioni di euro, il Gruppo Hera si conferma fra i principali attori in Italia nel riciclo e sviluppo dell'economia circolare

Via libera dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) all'acquisizione da parte di Herambiente, società del Gruppo Hera leader in Italia nel trattamento e recupero di rifiuti, della trevigiana Aliplast, primaria realtà nel segmento della raccolta e riciclo di rifiuti plastici e conseguente rigenerazione.

L'esecuzione dell'accordo, siglato lo scorso 11 gennaio da Herambiente e Aligroup S.r.l., era infatti soggetta alle condizioni di prassi in operazioni analoghe, fra cui il conseguimento dell'autorizzazione all'acquisizione da parte dell'Antitrust.

Come previsto dall'accordo, Herambiente e Aliplast procederanno quindi nelle prossime settimane a dar corso alle attività relative all'acquisto del 40% delle azioni di Aliplast. Un ulteriore 40% verrà acquistato entro marzo 2018 e il restante 20% entro giugno 2022. L'enterprise value dell'operazione, lo ricordiamo, è pari a circa 100 milioni di euro e implica un multiplo EV/Ebitda di circa 6,5x, non diluitivo per gli azionisti Hera.

Questa importante operazione, complementare a quelle concluse a fine 2015 di Waste Recycling (Castelfranco di Sotto, Pisa) e degli asset ambientali di Geo Nova (Treviso) e alla più recente acquisizione degli impianti della pisana Teseco, si inserisce nel percorso di ampliamento del perimetro societario avviato dal Gruppo Hera già da diversi anni ed è in linea con la strategia di espansione territoriale e di integrazione.

Nell'ambito di sviluppo di un modello green, in cui il Gruppo Hera è da sempre parte attiva, l'acquisizione di Aliplast consolida inoltre la presenza di Herambiente sul mercato con un elemento distintivo, unico e concretamente in linea con i principi dell'economia circolare, in cui i rifiuti si tramutano in risorse.


Herambiente è tra le prime realtà impegnate nella filiera del waste ad aver deciso di affrontare le sfide imposte dai cambiamenti in atto anche nel mondo industriale. Riesce così ad affiancare alle attività di recupero, trattamento e smaltimento dei rifiuti, quelle che prevedono la massima efficienza nella gestione delle risorse. Inoltre è in grado di offrire consulenze strategiche in materia di produttività del ciclo di vita delle risorse accelerando e facilitando il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità al 2030. Obiettivi che Herambiente, peraltro, ha già di fatto raggiunto nei territori serviti nella gestione dei rifiuti urbani, che solo per l'8,5% nel 2015 sono stati smaltiti in discarica.

Aliplast, fondata nel 1982 da Roberto Alibardi con sede principale a Ospedaletto di Istrana (Treviso), è un'eccellenza nazionale nella raccolta di rifiuti industriali plastici e nel riciclo e produzione di polimeri rigenerati, con oltre 80.000 tonnellate di materie plastiche riciclate ogni anno. È stata la prima azienda in Italia a raggiungere la piena integrazione lungo tutto il ciclo di vita della plastica: dai servizi ambientali di gestione e raccolta di imballaggi e scarti industriali fino alla produzione e vendita sul mercato di manufatti e materiali da imballaggio, prodotti in plastica riciclata in proprio.
In Aliplast lavorano oltre 300 dipendenti, attivi nei cinque stabilimenti italiani e nei tre all'estero (Spagna, Francia e Polonia). Tra i suoi principali clienti ci sono i più grandi marchi italiani del food & beverage, dell'arredamento, del distretto della ceramica.

 

Share