Ecomondo e Key Energy protagoniste dell’economia circolare

Dal 7 al 10 novembre prossimi l'appuntamento con la piattaforma europea leader per l'industria green al fianco delle aziende dell'ambiente e dell'economia sostenibile

Rotta decisa e motori al massimo verso l'economia circolare al prossimo appuntamento con la grande piattaforma delle green technologies di ECOMONDO E KEY ENERGY, in programma sotto le insegne di IEG (Italian Exhibition Group) dal 7 al 10 novembre 2017 alla Fiera di Rimini.
Riconfermati, il 7 e l'8, gli Stati Generali della Green Economy, organizzati dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 64 associazioni di imprese green, in collaborazione con Ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico, con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile presieduta da Edo Ronchi.
Torna inoltre nel 2017 SAL.VE., il Salone biennale del Veicolo per l'Ecologia, in partnership con Anfia, su 6.000 mtq con l'intera gamma di veicoli industriali e speciali per la raccolta dei rifiuti solidi e liquidi.
ECOMONDO E KEY ENERGY rappresentano un appuntamento europeo che ha anticipato urgenza e declinazioni della green economy e consente a tutti gli attori di essere partecipi delle sfide e opportunità della nuova era per lo sviluppo sostenibile globale, con benefici in termini occupazionali, di risparmio, di tutela ambientale. Ai principi dell'economia circolare si ispira anche il nuovo pacchetto legislativo adottato dalla Commissione Ambiente del Parlamento Europeo, mentre non è passato inosservato l'annuncio del London Waste and Recycling Board di Londra guidata dal sindaco Sadiq Khan, per la ricerca di due figure specializzate: un Circular Economy Project Officer.
Tagliato lo scorso anno il traguardo delle venti edizioni con 105.574 visitatori (11.000 stranieri) e 1.200 imprese - ECOMONDO metterà a disposizione nel 2017 un numero ancora più ampio di metri quadri espositivi, grazie ai lavori di ampliamento del quartiere fieristico.
La kermesse riminese, appuntamento chiave per i trend dello sviluppo dell'economia green in tutti i suoi settori e in grado ogni anno di offrire occasioni di crescita per le aziende e tutti gli attori coinvolti si concentrerà sui Paesi del bacino del Mediterraneo, il cui coinvolgimento parte sin d'ora con un fitto calendario di road show. Mercati centrali anche Brasile e Cina.
On stage il nuovo progetto su Trasporto e Mobilità Sostenibile, con tutti gli attori della filiera e l'obiettivo di essere di riferimento su questi temi in linea con quanto già sviluppato con Key Energy, H2R, Città Sostenibile. Quest'ultima darà corpo, con uno nuovo format alla visione di una città che cambia pelle, con tema portante la Urban Circular Economy: mobilità, trasporto e rigenerazione urbana sempre più connessi con soluzioni altamente tecnologiche per un approccio industriale a larga scala.
Inoltre, il nuovo spazio sul dissesto idrogeologico e alla prevenzione dei rischi climatici, tema, soprattutto in Italia, sempre più stringente.
Riconfermata e potenziata l'area sul monitoraggio degli inquinanti nelle matrici "Aria, Acqua e Suolo".
Risalto al panorama delle start up con Io penso circolare, il progetto lanciato a ECOMONDO 2016, promosso da La Stampa Tuttogreen e Aquafil, uno dei principali attori in Italia e nel mondo nelle fibre sintetiche.
Oltre 200 appuntamenti e un migliaio di relatori nell'offerta convegnistica concentrata su focus tematici con la guida dei Comitati Tecnico Scientifici presieduti da Fabio Fava (ECOMONDO) e Gianni Silvestrini (KEY ENERGY).

 

 

Share