Liebherr alla fiera Pollutec 2018

Al Pollutec, fiera internazionale per attrezzature, tecnologie e servizi ambientali ed energetici, era presente anche Liebherr che ha presentato una gamma di prodotti per i settori del movimento terra e della movimentazione di materiali.
Ampio spazio è stato dedicato alla pala gommata L 546, già presentata ad Ecomondo, al sollevatore telescopico T 55-7 e al nuovo motore diesel con sistema di filtraggio SCR modulare


Sollevatore telescopico T 55-7

Al Pollutec il T 55-7 rappresenta la nuova serie di movimentatori telescopici Liebherr ed è solo un esempio degli 8 nuovi modelli di sollevatori telescopici per un totale di 26 diverse versioni lanciate nel corso del 2018. I nuovi sollevatori telescopici Liebherr sono disponibili in due versioni: sia i modelli "top di gamma" per la movimentazione dei materiali o per le applicazioni di produzione (identificati dal suffisso S), sia i modelli "Value" semplici e ottimizzati in termini di costi per le applicazioni di impilamento e sollevamento. I nuovi telescopici Liebherr hanno una velocità massima di 40 km/h. In alternativa, le macchine sono disponibili in versioni velocità di 20 km/h e 30 km/h. I sollevatori telescopici sono frenati senza usura mediante un sistema di autobloccaggio della trasmissione idrostatica. Il ‘Liebherr Hill Assist', installato di serie, permette l'attivazione automatica del freno di parcheggio, garantendo sicurezza e comfort di viaggio in zone caratterizzate da dislivelli.

Grazie alla completa riprogettazione dell'impianto idraulico di lavoro, le prestazioni delle macchine sono esponenzialmente migliorate. Come alternativa all'affidabile impianto idraulico di lavoro dei modelli "Value", Liebherr installa nei modelli S un impianto idraulico di lavoro ad alte prestazioni. Una potente pompa idraulica "Load Sensing" con una portata di olio di 160 l/min e un blocco di comando con distribuzione della portata indipendente dal carico realizzano movimenti di lavoro sovrapposti e di conseguenza cicli di lavoro dinamici e veloci.

 

Motore diesel sviluppato internamente con sistema di filtraggio SCR modulare

Per conformarsi allo standard sulle emissioni UE della futura fase V per i motori diesel, Liebherr ha presentato a Pollutec il filtro SCR, già disponibile per motori diesel a stadio IV e per il mercato svizzero. Il filtro SCR, conforme alle normative previste per i motori diesel stadio V, viene ora utilizzato nelle macchine per la costruzione di tunnel.
Il sistema di filtri SCR fa parte del concetto modulare di motori Liebherr e comprende un convertitore catalitico DOC esente da manutenzione, un convertitore catalitico SCR con rigenerazione passiva e un filtro antiparticolato con rivestimento SCR. Di conseguenza, gli intervalli di manutenzione possono essere allungati a oltre 4.500 ore di funzionamento. Con lo sviluppo interno di motori, sistemi di iniezione, controlli del motore e soluzioni di post-trattamento dei gas di scarico, Liebherr consente un'elevata integrazione del sistema. Lo stadio ad alta efficienza può essere raggiunto anche grazie ad un simultaneo basso consumo di carburante. Come soluzione all-in-one, l'ulteriore unità di controllo del motore ECU3 comprende tutte le funzioni di controllo per motori fino a 560 kW e anche per il post-trattamento dei gas di scarico.

 

 

Share