Il mondo Cangini compie 30 anni

Cangini archivia il 2018 come uno dei migliori anni della sua storia.
I dati di vendita parlano di 50.000 prodotti Cangini collocati sul mercato, che si solidifica soprattutto nell'area europea


Il 2018 è stato un anno importante per la nostra azienda, da molti punti di vista" analizza il Presidente dell'azienda, Giorgio Cangini. "Il mercato sta dando grandi soddisfazioni al nostro prodotto, i clienti apprezzano la qualità delle nostre attrezzature e la vastità e versatilità del catalogo. Quest'ultima è una caratteristica importante che ci contraddistingue dai nostri competitor: la gamma prodotti è vastissima - 22 tipologie di prodotto si sono aggiunte solo nel 2018 - grazie anche al costante investimento in Ricerca e Sviluppo, e questo è importante per i nostri clienti. Avere un unico fornitore di riferimento è un fattore chiave, che facilita grandemente, ad esempio, la gestione degli accessori in cantiere. L'utilizzatore dei prodotti Cangini conosce la qualità costruttiva delle nostre attrezzature e del servizio che l'azienda può offrirgli; sa che, una volta acquistata la macchina, può allestirla servendosi della nostra consulenza: dal braccio macchina in poi, Cangini lo mette in condizioni di lavorare nei diversi ambiti operativi e di sentirsi supportato in ogni fase. Il cliente Cangini entra a far parte a tutti gli effetti del "Mondo Cangini".
"La nostra gamma degli attacchi rapidi, in particolare - continua Cangini - è la più ampia a livello mondiale. E l'ampiezza dell'offerta è sostenuta dal numero di brevetti, attualmente 20, che riguardano per l'80% le migliorie e le innovazioni apportate alla funzionalità e alla sicurezza di utilizzo dell'attacco".
Il fine anno ha visto anche l'ampliamento dell'attuale superficie aziendale: ai 7.000 m² già occupati, nel sito produttivo finora concentrato a Sarsina, nell'Appennino romagnolo, si aggiungono 3.000 m², grazie all'acquisto di una nuova area, nella zona industriale di Cesena, che permetterà di aumentare la capacità produttiva e di essere logisticamente più vicini alla rete autostradale.
Pronti per il 2019 quindi, che vede riconfermarsi il forte investimento in ricerca e sviluppo e in nuove tecnologie, con molti progetti già in cantiere. "Il Bauma di Monaco, ad aprile, rappresenterà la nostra vetrina più importante per il mercato mondiale", afferma il Sales Director Maurizio Beleffi, appena approdato in Cangini dal mondo dell'automotive. "Tutte le gamme Cangini saranno esposte al Bauma, nell'ottica di un approccio a 360° dell'offerta che copre il movimento terra, il riciclo e la movimentazione, la manutenzione del verde e stradale". Un altro evento importante seguirà il Bauma: il Tiefbau Live, a settembre, nel centro della Germania, vedrà l'azienda romagnola impegnata nel mostrare queste stesse attrezzature al lavoro in uno degli appuntamenti "demo" più frequentati del mercato tedesco. Insomma, un nuovo anno che promette nuove performance interessanti, anche per un'ultima importante ragione: l'azienda festeggia i 30 anni di attività, di successi e di presenza sul mercato mondiale.

 

Share