Il cuore verde di Bauma

Sennebogen ha festeggiato il 60° anniversario di presenza a bauma con uno stand di oltre 2.000 m² e 11 macchine in esposizione.
Focus sul 355E, sull'817E, sull'895E e sulla 9300E

La storia di successo della fiera internazionale bauma ha inizio nel 1954 con solo 58 espositori riuniti presso il Theresienwiese di Monaco di Baviera. Oggi, invece, conta un'area espositiva di 614.000 metri quadrati e numeri record per un'edizione che si attesta come la migliore degli ultimi 65 anni. Una grande edizione che non poteva non annoverare tra i suoi partecipanti un grande brand: Sennebogen, azienda della Bassa Baviera leader mondiale in diversi campi della movimentazione dei materiali e della tecnologia delle gru, che partecipa a bauma ininterrottamente dal '59 non solo perché è la "fiera di casa" ma anche perché le ha permesso di affermare la propria posizione nel settore delle macchine per l'edilizia.
Per festeggiare questo splendido traguardo, il costruttore tedesco ha riunito tutti i suoi dealer mondiali: Cesaro Mac Import in primis che è stato presente con il suo team per tutta la settimana, felice di poter condividere un momento di così grande importanza.

Il sollevatore telescopico SENNEBOGEN 355E: precisione ed efficienza nelle attività di riciclaggio
Appartenente alla linea di prodotti Multi Line, il 355E è molto più di un semplice sollevatore telescopico ed essendo ideale per le applicazioni di riciclaggio più impegnative e per la gestione delle materie prime secondarie, mira a ridefinire gli standard nel settore della movimentazione di materiali pesanti.
Con un peso operativo di 11,5 t, un'altezza massima di estensione di 8,5 metri e una capacità di sollevamento fino a 5,5 tonnellate, il nuovo SENNEBOGEN 355E offre non solo opzioni di applicazione versatili, ma anche la possibilità di montare una vasta gamma di accessori.
Una delle migliori caratteristiche del sollevatore telescopico 355E è l'esclusiva visione a tutto tondo offerta dal sollevatore multiplo. L'altezza della cabina può essere regolata in modo continuo fino a 4,2 m con la semplice pressione di un pulsante (di serie), caratteristica peculiare di SENNEBOGEN che garantisce all'operatore una visione completa dell'area di lavoro. Nessun componente della macchina ostruisce la visuale: un vantaggio fondamentale che consente all'operatore di caricare il materiale con grande precisione. La posizione elevata della cabina offre vantaggi anche in termini di comfort e il parabrezza in vetro stratificato costruito in un unico pezzo, i grandi finestrini laterali e il pannello in vetro sul tetto contribuiscono senza dubbio ad offrire una visuale ottimale.
Il SENNEBOGEN 355E, caratterizzato da una struttura particolarmente robusta e da componenti di alta qualità, è progettato per un utilizzo continuativo in condizioni impegnative. Tutti i suoi componenti sono ottimizzati al fine di garantire una durata eccezionale. Una delle sue caratteristiche peculiari, oltre alla cinematica a Z, tipica delle pale gommate, che la rende ideale per la movimentazioni di materiali, è il motore diesel da 103 kW che garantisce il perfetto funzionamento della trasmissione compatta per la prima volta usata nella produzione di serie.
Il SENNEBOGEN 355 E può anche essere personalizzato per diversi requisiti applicativi grazie ad una moltitudine di opzioni: da 40 km/h, regolazione idraulica del livello, freno ad aria compressa e gancio di traino o varie opzioni idrauliche, oltre che diverse opzioni di retrofit. Con i circuiti idraulici aggiuntivi, praticamente tutti gli accessori concepibili possono essere azionati in modo multifunzionale. Ciò rende il nuovo SENNEBOGEN 355E un aiuto indispensabile in ogni impianto di riciclaggio, strizzando l'occhio anche all'agricoltura e alla cantieristica.

L'escavatore per la movimentazione dei materiali più piccolo in gamma: il SENNEBOGEN 817 serie E
Il SENNEBOGEN 817 serie E è appositamente sviluppato per il settore riciclaggio e la gestione rifiuti.
Grazie a un pacchetto di caratteristiche di serie come l'azionamento delle ventole a temperatura controllata, l'eccellente isolamento acustico e un'idraulica collaudata e affidabile, il modello 817 si era già dimostrato la soluzione ideale per i lavori in ambienti con molta polvere, alte temperature e carico permanente. Grazie alla versione elettrica riesce ad affrontare sfide ancora più impegnative.
Con un peso operativo di 17 t, un'altezza operativa di 9 m, 2,54 m di larghezza e 4,61 m di lunghezza, l'817E è ideale per essere utilizzato all'interno di capannoni, dove si opta sempre per soluzioni elettriche a risparmio energetico che siano anche rispettose dell'ambiente. Il costruttore tedesco offre da tempo macchine ad alimentazione elettrica e numerose possibilità in merito. Per esempio, le macchine elettriche dotate di "power pack" possono funzionare sia in modo completamente elettrico che essere alimentate a carburante grazie a un generatore diesel montato nella parte posteriore, utile a coprire la distanza fino al punto di alimentazione successivo.

Il nuovo SENNEBOGEN 895 E: l'escavatore per la movimentazione dei materiali più grande di sempre
L'azienda della bassa baviera ha messo in mostra l'enorme escavatore presso il suo stabilimento di Straubing, poco distante da bauma. La gigantesca macchina colpisce per il peso operativo di quasi 400 t e un'altezza fino a 40 m. Trattandosi di un imponente escavatore per la movimentazione dei materiali ad azionamento idraulico, l'895E trova il suo ambiente naturale nei grandi porti di tutto il mondo e risulta ottimale non solo per la movimentazione di materiale sfuso, ma anche per la movimentazione di container fino a 28 m. Persino i carichi più pesanti, come le bobine d'acciaio, possono essere sollevate a distanza ravvicinata fino a una capacità di carico di 50 t.
Come per gli ormai famosi e apprezzati 855E e 875E, anche il nuovo 895E è equipaggiato con il sistema di recupero dell'energia Green Hybrid: quando si abbassa il braccio, due cilindri idraulici supplementari montati sul braccio tra i due cilindri di sollevamento immagazzinano l'energia nei cilindri a gas compresso installati nella parte posteriore della macchina. L'energia immagazzinata sarà a disposizione per il sollevamento successivo.
Il principio è paragonabile a quello di una molla che viene compressa e, quando la si rilascia, sprigiona l'energia. In questo modo la macchina opera, nonostante l'imponenza della sua struttura, in modo estremamente efficiente anche in termini di consumi.
Sennebogen, già da tempo, consente ai propri clienti di personalizzare la propria macchina in base alle specifiche. Anche il nuovo 895E è, infatti, disponibile in quattro versioni per quanto riguarda la lunghezza dell'attrezzatura che va da 28 a 40 m, mentre per ciò che concerne la motorizzazione è disponibile sia nella variante con motore diesel da 563 kW sia con motore elettrico da 500 kW. Il sottocarro è invece disponibile in tre varianti di serie: mobile con 14 assi, cingolato oppure su rotaia.
Al momento della progettazione l'obiettivo principale dei costruttori era quello di rendere il più facile possibile la manutenzione di questa enorme macchina. Una delle principali novità è la facile accessibilità al cosiddetto "power pack" sia a tutti i punti di manutenzione che ai componenti di comando e azionamento. Già il "power pack" in sé e per sé rappresenta un notevole vantaggio visto che il tettuccio è apribile al bisogno ed è possibile procedere anche alla sostituzione di componenti voluminosi in tutta semplicità e sicurezza.

La gru mobile portuale SENNEBOGEN 9300E
Il modello SENNEBOGEN 9300 E è una gru mobile portuale progettata per la movimentazione di collettame e merce sfusa con una capacità di carico di 90 t. La macchina può essere dotata della tecnologia a 2 e a 4 funi. Il concetto della gru mobile è una soluzione interessante per molti porti, in quanto le sue prestazioni coprono un'ampia gamma di utilizzi. Con un raggio di lavoro di 40 m, la gru viene utilizzata su navi fino alla classe handysize per la movimentazione di merce nonché di container su navi standard e feeder. Particolarmente degna di nota è la regolazione in altezza della cabina. Arrivando ad un'altezza occhi di 21,2 m, il conducente gode di un'ottima visuale dalla sua comoda e spaziosa cabina portuale Portcab. Ancora più comodo è salirvi: il conducente si troverà già a un'altezza di circa 9 m e potrà condurre la gru alla sua altezza di lavoro ideale grazie al sistema di regolazione della cabina Skylift 1100.
Anche in questo caso durante la costruzione della gru mobile portuale è stata prestata particolare attenzione alla facilità di manutenzione e all'accessibilità ai componenti della macchine. Il "power pack" è progettato in modo tale che i componenti siano sempre installati nella stessa posizione e semplifichino gli interventi di assistenza, sia nella versione a diesel che in quella elettrica.
Il motore è disponibile in due varianti: il diesel stage V da 563 kW e elettrico da 615 kW.
Con un sottocarro a forma di stella dotato di 14 ruote, il modello 9300E rimane compatto durante le operazioni e, grazie ai supporti ribaltabili su un'area di stabilizzazione di 11,5 m x 11,5 m, opera in piena stabilità.

 

Share