Goodyear: tre novità perfette per il settore riciclaggio

Qualità e ritorno di investimento: i comun denominatori dei tre nuovi pneumatici specifici per le applicazioni gravose del settore recycling che Goodyear, per la prima volta ad Ecomondo, ha presentato in fiera


Goodyear, una delle principali aziende costruttrici di pneumatici al mondo, ha partecipato per la prima volta ad Ecomondo, la piattaforma tecnologica per la Green e Circular Economy tenutasi a Rimini lo scorso novembre, dimostrando così di voler concretizzare il proprio impegno nello sviluppo di prodotti adatti anche alle complesse situazioni che caratterizzano il settore dello smaltimento rifiuti.
Partecipando alla 20esima edizione di Ecomondo, Goodyear ha voluto non solo rafforzare la vicinanza con le principali case costruttrici di macchine movimentazione e sollevamento per il riciclaggio anch'esse presenti in fiera (continuano infatti le storiche collaborazioni con alcune delle più prestigiose case, come Caterpillar e Volvo, che da anni scelgono prodotti Goodyear per i loro veicoli), ma ha, anche e soprattutto, voluto puntare l'attenzione sul concetto di qualità e di ritorno di investimento.
Come ha evidenziato Michele Davì, OTR Manager della Goodyear Dunlop Tires Italia: "in un contesto in cui la non facile congiuntura economica ha facilitato l'ingresso nel mercato di pneumatici a basso costo, è bene sottolineare che il vero risparmio si solo ha intervenendo sulla riduzione del costo orario e non sulla riduzione del costo dei singoli acquisti, in quanto, è cosa ovvia ma, se uno pneumatico dura di più, occorre sostituirlo meno volte nel corso della sua vita operativa".
Ecco quindi che Goodyear, all'insegna di questo comun denominatore, ha sviluppato tre nuovi prodotti specifici per tre differenti esigenze.
Considerando che dal rapporto tra i pieni e i vuoti del battistrada si deduce il differente impiego dello pneumatico, Michele Davì ci ha spiegato che: "la gamma OTR esposta in fiera comprende più modelli, tra i quali l'RL-5S, una gomma completamente piena specifica per pale caricatrici che operano in condizioni difficili, come lo sono gli ambienti in cui si effettua, ad esempio, la raccolta e il riciclaggio del vetro o come possono essere le fonderie; l'RL-5S è quindi un prodotto perfetto per tutte quelle attività per le quali allo pneumatico si richiede, non tanto tenuta di strada e trazione, bensì elevata protezione dai tagli e dalle abrasioni, caratteristica principe di questo modello cosa che li rende quindi un ottimo investimento per gli operatori".
Altro pneumatico della gamma OTR esposto è stato l'RT-5D, un prodotto caratterizzato dalla presenza di profonde scanalature sul battistrada, pertanto sinonimo di elevatissima trazione. "Ideale per lavorare su cumuli, come quelli che contraddistinguono le discariche o i siti di riciclaggio rifiuti urbani, questo pneumatico - evidenzia Davì - garantisce anche un basso consumo di carburante della macchina poiché impedisce, o comunque riduce al massimo lo slittamento. Inoltre la carcassa Hi-Stability - prosegue - grazie al fianco rinforzato e ad un'area tallone che permette un carico maggiore del 25% rispetto alla sua versione precedente, contribuisce al prolungamento della vita stessa dello pneumatico anche se impiegato in applicazioni particolarmente severe. Non solo - conclude - le vibrazioni vengono ridotte del 30%, dettaglio di certo non trascurabile se si pensa al comfort degli operatori".
Ultima novità OTR esposta è stata l'RL-5K, pneumatico che, rispetto ai precedenti, presenta sia un buon numero di aperture sui fianchi, importanti appunto per la trazione, che un battistrada molto chiuso al centro in grado di offrire maggiore resistenza ai tagli e alle penetrazioni. "Il suo impiego ideale - conferma Davì - risulta essere quello del settore riciclaggio inerti, poiché alla necessità di trazione si unisce la protezione dai danni causati da sassi e pietre, consentendone l'utilizzo intensivo in applicazioni abrasive e molto aggressive".
La tecnologia Hi-Stability, inoltre, rendendo, di fatto, lo pneumatico sovradimensionato gli permette di giungere al suo fine vita con una struttura molto più fresca rispetto a quella dei principali competitors.
Come sottolinea ancora Davì: "siccome nel settore industriale la ricostruzione delle gomme è molto praticata, il fatto di avere una carcassa ad elevata ricostruibilità diventa un vantaggio importante, in quanto il TCO (Total Cost Ownership) si abbassa notevolmente andando a bilanciare quel 40% di costo in più che si ha al momento dell'acquisto rispetto agli pneumatici low cost, peraltro non ricostruibili".
Ma la forza di Goodyear sta anche nella capillare presenza, su tutto il territorio nazionale, di personale altamente specializzato che si occupa di seguire la vita delle gomme, anche attraverso l'EM-Track, gestionale specifico che permette di registrare e monitorare le performance di tutti gli pneumatici dando report in termini di costo orario e di durata, pianificando anche le future sostituzioni.
Per quanto riguarda la gamma autocarro Goodyear, ha esposto gli pneumatici per asse motore KMAX D, dotati della IntelliMax Tread Technology, che prevede un battistrada direzionale con un disegno a V che offre migliore trazione e minore rumorosità.
La mescola è a doppio strato, con la mescola superiore sviluppata per assicurare un elevato chilometraggio, mentre la mescola inferiore assicura una bassa resistenza al rotolamento dissipando meglio il calore.
Mentre gli pneumatici KMAX S, dotati dell'IntelliMax Rib Technology, offrono una migliore aderenza in curva rispetto al predecessore oltre che un'eccellente frenata sul bagnato. Il disegno del battistrada, inoltre, incorpora una tecnologia di irrigidimento in grado di sopportare elevate forze di sterzata e garantire buona maneggevolezza, unitamente a un'usura regolare che favorisce un elevato chilometraggio, in modo da garantire un ritorno di investimento per l'operatore.
Non prodotti polivalenti, bensì prodotti pensati ad hoc per le esigenze specifiche di ogni settore e di ogni contesto, caratteristica che favorisce l'efficientamento del costo orario e l'allungamento della vita degli pneumatici Goodyear.

 

 

Share