Ma-estro e Zoffoli metalli: perfetta sinergia per l’industria 4.0

La tecnologia al servizio del recycling per ridurre costi, sprechi e tempi di produzione a tutto beneficio della marginalità dei prodotti finali

L'azienda Ma-estro S.r.l. nasce nel 2006 dall'esigenza interna di Giorgio Manara, giovane imprenditore trentino nato e cresciuto nel mondo delle cave, di conoscere esattamente i costi di produzione e i relativi consumi energetici, al fine di ottimizzarne i processi produttivi attraverso un sistema innovativo di gestione. Infatti, Ma-estro non vende solo prodotti o servizi, ma una vera e propria filosofia di lavoro, un metodo consolidato negli anni che accompagna il cliente finale verso sistemi di gestione e controllo, semplici e intuitivi, costruiti sulla base delle reali necessità dei destinatari.
Oggigiorno Ma-estro è presente in diversi settori: impianti di riciclaggio inerti, impianti di frantumazione, riciclaggio del vetro e del metallo ed impianti di trattamento rifiuti. Negli anni l'azienda ha sviluppato e diversificato notevolmente i suoi sistemi, implementandoli in oltre 80 impianti.
Zoffoli metalli S.r.l. invece è un'azienda che ha sede a Tamara, in provincia di Ferrara e opera nella raccolta e nel riciclaggio di materiali ferrosi e metallici. Nell'epoca in cui viviamo promuovere una cultura del riciclaggio è fondamentale non solo in termini di rispetto del pianeta, ma soprattutto per consentire la sopravvivenza di un sistema industriale ed economico che altrimenti imploderebbe in sé stesso.

Grazie a questa mission, Zoffoli è presente sul mercato da oltre 30 anni.
Il sistema implementato nell'impianto di Zoffoli controlla la produzione di tre caricatori industriali ed è interconnesso con 2 linee produttive: lavorazione cavi e mulino di frantumazione.
Nella prima fase sulle linee di produzione è stato installato un semplice controllo dello stato di carico delle relative linee produttive per poter interagire con i caricatori e a loro volta ottimizzandone il carico. Il software trasferisce ogni 5 minuti i dati della produzione della macchina e lo stato di lavoro delle tre linee produttive.
A bordo del caricatore sono stati installati dei PC che sono in grado di ricevere istruzioni in automatico dalle tre linee di lavoro indicando se l'impianto funziona regolarmente, in questo modo l'operatore può gestire meglio il suo tempo e ottimizzare gli spostamenti del caricatore.
Tutti i dati sono storicizzati su un portale web dove è possibile impostare dei report automatici (con frequenza giornaliera) che vengono inoltrati tramite e-mail a uno o più responsabili. Il sistema è in grado di registrare le inefficienze produttive e stabilire con precisione la data e l'ora di eventuali eventi o anomalie (linee produttive ferme o poco produttive).

È presente un server cloud su un portale esterno e la comunicazione avviene tramite protocollo HTTPS, mentre tutti i sistemi PC e PLC sono interconnessi alla rete internet per trasferire queste informazioni al portale. Dall'ufficio è possibile inviare dei messaggi di testo alla macchina per descrivere il materiale e la quantità da caricare.
In questi ultimi due anni si è parlato molto di Industria 4.0, ovvero della quarta rivoluzione industriale, concetto ben noto a tutti gli imprenditori e operatori del settore. Nel nostro Paese lo stato con la Legge di Bilancio 2017 ha previsto la proroga del super ammortamento e ha introdotto l'iper-ammortamento, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria. Tutto ciò quindi si traduce in un risparmio pari al 36% per un investimento.
Zoffoli e Ma-estro, così come innumerevoli altre imprese in tutti i settori hanno colto la palla al balzo e hanno sviluppato una sinergia vincente. Al momento gli incentivi sono disponibili fino al 31/12/2018.
Ovviamente per poter usufruire degli incentivi dell'Industria 4.0 è necessario rispettare i seguenti parametri:

Requisiti obbligatori
• Controllo per mezzo CNC o PLC.
• Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o parti di programma.
• Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo.
• Interfaccia uomo-macchina semplice e intuitiva.
• Rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

Requisiti aggiuntivi (2 su 3)
• Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto.
• Monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo.
• Caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyber-fisico).

Zoffoli metalli S.r.l. ha riscontrato sin da subito i benefici di questa tecnologia: il processo produttivo è risultato più fluido, sicuro, uniforme, preciso e ottimizzato in termini di tempo; oltre che più sicuro per gli operatori. Al giorno d'oggi è veramente importante comprendere le potenzialità di questi mezzi poiché grazie ad essi è concretamente possibile ridurre i costi, gli sprechi, i tempi di produzione così da aumentare, di conseguenza e considerevolmente, la marginalità dei prodotti finali. n

 

Share